Navigazione access key


1414

Alarmnummer Schweiz

Anrufen


+41 333 333 333

Aus dem Ausland

Anrufen


contenuto

In missione ai Mondiali di sci a S. Moritz


Attualità Rega del 28.02.2017

In missione ai Mondiali di sci a S. Moritz
In missione ai Mondiali di sci a S. Moritz

L’immagine ha fatto il giro del mondo: dopo una brutta caduta prima dello slalom combinato, Lara Gut, l’aspirante a una medaglia per la Svizzera è presa a bordo dell’elicottero Rega. È stato uno dei cinque interventi per degli sportivi di punta al Mondiale di sci a S. Moritz. Quali erano i preparativi necessari dietro le quinte per garantire il soccorso rapido e sicuro?


Sotto l’egida di Andi Grünenfelder, primario anestesia nella Clinca Gut di S. Moritz, ai Mondiali di sci, un team di specialisti ha approntato il soccorso medico per gli sportivi di punta e per i fan. Medici della Rega e del servizio SOS su pista Corviglia in stretta collaborazione hanno elaborato un nuovo dispositivo di soccorso su misura per il grande evento. Il progetto provvedeva la postazione di team composti da soccorritori e medici lungo i percorsi delle varie discese. Anche il materiale occorrente per i trasporti con l’elicottero di salvataggio quali materassi pneumatici venne piazzato in questo modo.

Al momento di una caduta, il team più vicino raggiungeva l’infortunato con gli sci e iniziava immediatamente le prime cure. L’elicottero di soccorso veniva mobilitato solo al momento in cui il ferito era pronto. Così il paziente poteva essere trasportato direttamente al verricello alla vicina Clinica Gut a S. Moritz, all’ospedale di Samedan oppure ad uno spazio d’atterraggio per l’imbarco in cabina.

Quando conta ogni minuto

In retrospettiva, il nuovo dispositivo di soccorso ha funzionato: «Abbiamo risparmiato preziosi minuti, riducendo ulteriormente il lasso di tempo tra la caduta e le prime misure mediche» afferma Roland Albrecht, primario della Rega. Ai tempi, dopo una caduta bisognava mobilitare l’elicottero via radio, decollare e raggiungere il luogo d’infortunio e depositarvi il medico d’urgenza e il rispettivo materiale. Solo allora l’infortunato ricevette le prime cure e indi venne ricoverato in ospedale.

Lo svolgimento delle nuove procedure è filato liscio grazie alla stretta collaborazione fra la Clinica Gut, la Rega e il Servizio SOS su pista di Corviglia, afferma Albrecht. Dapprima le varie tappe sono state esercitate varie volte, migliorandole qua e là.


In immagine: gli specialisti della Clinica Gut, del servizio SOS su pista Corviglia e della Rega hanno lavorato fianco a fianco per garantire l’assistenza medica.

L’intervento della Rega ai Mondiali di sci non ha interferito con il servizio medico per altri sportivi: l’elicottero riservato ai Mondiali era una macchina supplementare del dispositivo Rega. Il normale soccorso aereo nella regione era garantito come d’abitudine dall’equipaggio di Rega 9 della base Samedan.

 

 

Indietro alla panoramica

Maggiori informazioni

Diventate sostenitore

Grazie per il vostro appoggio

Diventate sostenitore!

Set emergenza outdoor

Ora disponibile nel Rega-Shop

Set emergenza outdoor

Inizio pagina