Navigazione access key


1414

Alarmnummer Schweiz

Anrufen


+41 333 333 333

Aus dem Ausland

Anrufen


contenuto

Soccorrere ovunque, con ogni condizione meteo

A causa del maltempo, ogni anno in Svizzera la Rega deve rinunciare a portare il soccorso aereo accanto a circa 600 pazienti. La Rega vuole rimediare a questo inconveniente e aiutare ancora più persone in emergenza. A tale scopo ha avviato dei progetti affinché gli elicotteri di salvataggio in futuro possano volare anche con la nebbia e nella tormenta di neve. 

Formazione IFR nel simulatore di volo

Formazione IFR nel simulatore di volo

A inizio 2013 la Rega ha potuto mettere in funzione il simulatore per i suoi elicotteri d’alta quota AgustaWestland Da Vinci. Assieme alla Visione Rega questa è una vera pietra miliare. Per poter volare con la procedura di volo strumentale (IFR), i piloti d’elicottero, oltre ad una formazione teorica approfondita di 400 fino a 500 ore totali, devono compiere almeno 55 ore di volo. Tutti i piloti d’elicottero della Rega volano circa 50 ore nel simulatore e altre 20 ore in elicottero. Anche dopo l’ottenimento della licenza i piloti abilitati al volo IFR (assieme ai paramedici) ogni tre mesi devono compiere delle esercitazioni nel simulatore.

REMICO (Rega Mission Control)

Apparecchio di trasmissione

Con l’installazione dei nuovi apparecchi di trasmissione in tutta la flotta di elicotteri, a fine 2014 si è concluso il grande progetto REMICO. Il progetto, che di per sé è già un successo, ha importanti influssi anche sulla Visione Rega: la rete di comunicazione rinnovata e gli strumenti di ricezione a bordo facilitano il trasferimento dei dati dalla centrale operativa al cockpit. Attualmente, grazie alle nuove apparecchiature, è possibile inviare direttamente al cockpit le coordinate dell’intervento. Inoltre in futuro, grazie alla realizzazione di una stazione meteo propria della Rega, sarà possibile trasferire dati meteorologici sia in forma codificata, sia in forma d’immagine.

Programma Retrofit per i Da Vinci

Post-equipaggiamento d'un Da Vinci

Mentre i sei EC 145 della Rega già dispongono di un cockpit predisposto per il volo IFR, è stato necessario equipaggiare appositamente tutti gli elicotteri d’alta quota. A fine 2014 si è concluso con successo il programma Retrofit. L’ultimo AgustaWestland Da Vinci è stato dotato di un secondo calcolatore di navigazione e una seconda trasmittente di dati GPS/SBAS. Il tutto è stato certificato per il volo strumentale da parte dell’Ufficio federale dell’aviazione civile UFAC.
 

Elicottero adatto ad ogni tempo

Da Vinci nella neve

Con il progetto “Icebird” si sta valutando l’acquisto di un elicottero adatto ad ogni tempo dotato di un impianto sbrinatore. Siccome un simile impianto pesa circa 100 kg, troppo per poter atterrare come oggi, senza problemi sugli eliporti degli ospedali e sui luoghi degli incidenti, la Rega assieme a diversi costruttori è alla ricerca di soluzioni adatte a risolvere questo problema. Al contempo si stanno valutando possibili successori per la flotta degli elicotteri delle basi di pianura, gli EC 145. Anche in questo caso le riflessioni vertono sull’idoneità all’uso con ogni condizione meteorologica e con il sistema del volo strumentale.

Stazioni meteo e dati sul tempo

Stazione meteo

Affinché un soccorso aereo indipendente dalla meteo diventi realtà, servono informazioni dettagliate e aggiornate in ogni momento sulle condizioni del tempo. Senza questi dati non è possibile volare con il sistema IFR. “Thor” è il nuovo grosso progetto della Rega che per le operazioni con elicottero dovrà mettere a disposizione maggiori informazioni meteo. A livello nazionale saranno installate a tale scopo circa 60 nuove stazioni meteo e webcam. La sola raccolta di informazioni però non basta: occorre trovare il modo per mandare questi dati direttamente nel cockpit dell’elicottero, così che i nostri piloti possano sfruttare al meglio e senza perdita di tempo i dati meteo aggiornati.

Synthetic Vision

Head Mounted Display

La Visione Rega per un soccorso aereo con ogni tempo presuppone che un elicottero in futuro possa raggiungere qualsiasi luogo d’incidente anche nelle peggiori condizioni di visibilità. Per questo serve un sistema che permetta ai piloti di “vedere” possibili pericoli o ostacoli, anche in condizioni di visibilità insufficiente. Questo sistema si chiama “Synthetic Vision” – tradotto liberamente: vista artificiale. Nell’autunno 2014 la Rega ha potuto testare questo sistema della ditta Elbit, in uno dei suoi elicotteri d’alta quota. Inoltre, nell’ambito di un progetto dell’UE, due piloti Rega sono andati in Inghilterra per raccogliere le prime esperienze in un simulatore con un cosiddetto Head Mounted Display. Queste prime esperienze consentono alla Rega di avere una visione chiara dell’attuale stato delle cose. 

Corridoi di volo IFR per elicotteri

Corridoio di volo IFR

Grazie alla navigazione satellitare, in futuro si dovrà poter effettuare voli con il sistema satellitare senza dipendere da installazioni fisse al suolo. Per rendere possibili simili voli, è stato avviato il progetto GNSS Low Flight Network (LFN). Le Forze aeree svizzere e la società di controllo del traffico aereo Skyguide, da anni lavorano assieme alla Rega per la realizzazione di questa rete e per l’implementazione delle corrispondenti procedure di avvicinamento. In futuro l’elicottero, grazie all’autopilota, dovrà poter viaggiare come su un’autostrada sulla rotta di volo registrata nel computer di bordo, guadagnando in sicurezza. Questi corridoi di volo IFR dovranno collegare fra loro aeroporti, eliporti e ospedali.

Maggiori informazioni

Diventate sostenitore

Grazie per il vostro appoggio

Diventate sostenitore!

Newsletter Rega

Abbonatevi subito!

Newsletter Rega

Sacco a pelo light

Ora disponibile nel Rega-Shop

Sacco a pelo light

Inizio pagina