Navigazione access key


1414

Alarmnummer Schweiz

Anrufen


+41 333 333 333

Aus dem Ausland

Anrufen


contenuto

Conferenza stampa annuale 2011

84'000 nuovi sostenitori per la Rega

Medico d'urgenza in missione

Grazie al sostegno delle molte sostenitrici e dei molti sostenitori la Guardia aerea svizzera di soccorso Rega può garantire il soccorso aereo in Svizzera. Anche nel 2010 la richiesta da parte della popolazione è stata elevata: la Rega ha organizzato 13'726 interventi in patria e all’estero. Tramite investimenti a livello di collaboratori, di progetti e di materiale la Rega rafforza ulteriormente il già ottimo aiuto medico dai cieli.

La spina dorsale della Rega sono i quasi 2,3 milioni di sostenitrici e di sostenitori. Grazie alle loro quote e offerte rendono possibile una disponibilità 24 ore su 24, una rete di soccorso capillare e investimenti in nuovo materiale e nuove infrastrutture. È rallegrante che questa comunità sia cresciuta anche nel 2010. L’aumento del 3,8% significa circa 84'000 nuovi sostenitori e sostenitrici, equivalente al numero totale di abitanti delle città di Bulle e di San Gallo.

Le cifre degli interventi

Nel 2010 la Rega ha organizzato quasi 14'000 interventi. Rispetto all’anno precedente vi è stato un leggero calo sia per gli elicotteri, sia per i jet ambulanza. Per quanto riguarda gli interventi con elicotteri continua la costante crescita nei casi di sport invernali. In forte aumento, sempre nel 2010, anche le cifre riguardo ai casi di valanga. Le altre tipologie di intervento hanno invece registrato un leggero calo.

L’aumento degli interventi per le basi di montagna si spiega col fatto che Mollis e Zweisimmen, in passato basi partner, dal 2010 operano come basi Rega a tutti gli effetti. Questo ha quale conseguenza una forte riduzione degli interventi delle basi partner.

Investimenti

L’introduzione del moderno elicottero di soccorso AgustaWestland Da Vinci si è conclusa lo scorso anno. Dal dicembre 2010 anche le ultime due basi di montagna sono dotate del nuovo apparecchio. La Rega ha portato a termine con successo questo grosso progetto, sebbene vi sia ancora qualche piccolo problema da risolvere.

Con un po’ di ritardo a causa delle difficoltà a livello geologico e delle necessarie misure di protezione in caso di esondazione è iniziata la costruzione della nuova Base Rega in Ticino.

Dopo otto anni di servizio per i voli di rimpatrio i tre jet ambulanza dovevano essere sottoposti a un controllo approfondito. La revisione è durata circa quattro settimane per ciascun velivolo ed è stata portata a termine secondo i tempi previsti e senza grosse limitazioni a livello operativo.

Attrezzatura

Nell’ultimo anno la Rega ha modernizzato le attrezzature mediche a bordo dei jet ambulanza e degli elicotteri di soccorso. Grazie al coinvolgimento della Rega nella fase di sviluppo delle nuove attrezzature e apparecchiature, ha potuto apportare in questo processo le sue proposte di miglioramento e i suoi desideri. Risultato: i pazienti possono essere curati in modo più efficiente. La sicurezza negli interventi è stata accresciuta e il peso – un fattore tutt’altro che irrilevante nell’aviazione – è stato ridotto.

Documenti relativi alla conferenza stampa:

Maggiori informazioni

Diventate sostenitore

Grazie per il vostro appoggio

Diventate sostenitore!

Newsletter Rega

Abbonatevi subito!

Newsletter Rega

Set emergenza outdoor

Ora disponibile nel Rega-Shop

Set emergenza outdoor

Inizio pagina