Navigazione access key


1414

Alarmnummer Schweiz

Anrufen


+41 333 333 333

Aus dem Ausland

Anrufen


contenuto

Conferenza stampa annuale 2012

Record di interventi per la Rega

Jet ambulanza Challenger CL-604

Con ben 14'420 interventi nel 2011, la Guardia aerea svizzera di soccorso è stata sollecitata come non mai per venire in aiuto alla popolazione. A titolo comparativo nel 1953, un anno dopo la sua fondazione, la Rega intervenne sei volte. Attualmente gli elicotteri di soccorso della Rega intervengono in media più di 30 volte al giorno per missioni primarie. E questa disponibilità – 365 giorni all’anno e 24 ore su 24 – è possibile unicamente grazie al sostegno delle sostenitrici e dei sostenitori che, nell’anno del 60esimo dell’istituzione hanno raggiunto quasi quota 2,4 milioni.

Sessant’anni fa – il 27 aprile 1952 – a Tavannes nell’Hotel Bären (sulle rive del lago di Bienne) fu istituita la Guardia aerea svizzera di soccorso. Forti di uno spirito pionieristico e innovativo, i soccorritori aerei della prima ora gettarono allora le basi della Rega, un’istituzione diventata unica nel suo genere. Questo spirito perdura e indica la via seguita fino a oggi e valida anche in futuro.

Numero di missioni in aumento

«Con 14'240 missioni di soccorso nel 2011, raggiungiamo una cifra mai registrata finora: è la prova dell’utilità pubblica della Guardia aerea svizzera di soccorso per la popolazione del nostro paese» afferma Ernst Kohler, presidente di direzione. Gli elicotteri di salvataggio sono intervenuti 10'797 volte, un record nella storia della Rega. Le missioni a causa di valanghe sono diminuite, mentre sono aumentate quelle per malattie acute o incidenti. A questo proposito le buone condizioni meteorologiche spiegano la crescita degli incidenti sportivi e in montagna. Mai come nel 2011 la Rega ha compiuto così tante missioni primarie, ovvero quando l’equipaggio porta aiuto medicalizzato direttamente sul luogo dell’intervento. In aumento anche le missioni notturne degli elicotteri di salvataggio, che con un totale di 2'083 casi registrano una cifra record.

I jet ambulanza hanno compiuto 698 missioni nel 2011, quattro in meno rispetto all’anno precedente. Le équipe mediche della Rega dal canto loro si sono prese carico in totale di 147 pazienti in occasione di rimpatri effettuati a bordo di aerei di linea. Queste cifre differiscono in minima parte con quelle del 2010. Per contro, la consulenza telefonica per questioni mediche ai pazienti all’estero è diminuita; ciò si spiega in particolare con la presenza di offerte simili fornite da altre organizzazioni.

Fedeltà dei sostenitori

Con più di 2,4 milioni di sostenitrici e sostenitori, la Rega può continuare a svolgere i suoi compiti senza alcun finanziamento statale e senza pesare sui contribuenti. «Possiamo garantire la qualità e la rapidità dei nostri interventi per tutte le persone in difficoltà soltanto grazie alle quote dei sostenitori» sottolinea il CEO Ernst Kohler. Il sistema del tesseramento rappresenta la colonna portante della Guardia aerea svizzera di soccorso; rende possibile una disponibilità 24 ore su 24 e, al contempo, il mantenimento di una rete capillare di elibasi che coprono l’intero territorio, come pure investimenti in materiale e infrastrutture di punta.

L’aumento del 3,7% dei sostenitori l’anno scorso – 86'000 tessere in più, paragonabile alla somma degli abitanti delle città di Bienne, Kloten e Bellinzona – è rallegrante. Purtroppo la Rega è costretta a pagare 5,5 milioni di franchi di IVA annuali sulle quote versate dai sostenitori, ciò che rappresenta l’equivalente di 185'000 tessere individuali. Contro questa decisione la Rega ha inoltrato un ricorso, che è stato respinto dal Tribunale federale nell’ottobre 2011. Per difendere gli interessi delle sostenitrici e dei sostenitori, la Guardia aerea svizzera di soccorso ha quindi deciso di attivarsi sul fronte politico; un’iniziativa parlamentare in tal senso è pendente. 

60 anni. Grazie al sostegno della popolazione.

«In occasione del nostro 60esimo, ci teniamo a ringraziare particolarmente i nostri sostenitori e partner, come pure l’intera popolazione svizzera» rammenta Ernst Kohler. A questo proposito, assieme ad altre iniziative, la Rega aprirà le sue porte al pubblico il 28 e 29 aprile prossimi al Rega Center presso l’aeroporto di Zurigo-Kloten. Le elibasi di pianura accoglieranno anch’esse i visitatori in occasioni di giornate delle porte aperte: a Losanna-Blécherette sabato 9 giugno; a Berna-Belp il 23 giugno e a Zurigo-Dübendorf il 7 luglio 2012. A Basilea la Rega si presenterà alla popolazione il 18 agosto in pieno centro città, sulla Barfüsserplatz. In occasione del 60esimo, la Guardia aerea svizzera di soccorso ha inoltre prodotto un filmato intitolato «Nel cuore della Rega».

Bilancio 2011 della Rega nella Svizzera italiana:

  • Base Rega Locarno: 579 missioni totali, di cui 487 primarie, 76 secondarie e 16 non mediche.
  • Evoluzione dei sostenitori: nella Svizzera italiana anche nel 2011 il numero di sostenitori è di nuovo cresciuto, portandosi a 119'895 (+ 4.2%), contro i 115'017 del 2010 (crescita media nazionale: 3.7%).

Nuova elibase Rega: i lavori sul cantiere della nuova base proseguono a pieno regime e in autunno è prevista l’inaugurazione e la messa in esercizio. Maggiori informazioni e l’invito ai media seguiranno a tempo debito.

Documenti relativi alla conferenza stampa:

Maggiori informazioni

Diventate sostenitore

Grazie per il vostro appoggio

Diventate sostenitore!

Newsletter Rega

Abbonatevi subito!

Newsletter Rega

Occhiali da sole sportivi

Ora disponibile nel Rega-Shop

Occhiali da sole sportivi

Inizio pagina