Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Coronavirus: domande frequenti e risposte

Attualmente riceviamo molte richieste di informazioni da parte di sostenitrici e di sostenitori sulle attività della Rega all'estero e in Svizzera in relazione al coronavirus. Qui troverete le nostre risposte alle vostre domande più frequenti.

 

Le vostre domande sull'attività della Rega in tutto il mondo:

Sono all'estero e vorrei tornare in Svizzera su raccomandazione del DFAE o a causa di un sistema sanitario inadeguato nel Paese in cui mi trovo. La Rega può riportarmi in Svizzera?

I jet ambulanza della Rega sono riservati al trasporto di pazienti. Le persone sane e non infette che desiderano tornare in Svizzera non possono quindi essere rimpatriate dalla Rega.

Le cittadine e i cittadini svizzeri interessati devono contattare direttamente la loro agenzia di viaggi o la loro compagnia aerea. Maggiori informazioni su cosa fare in una situazione del genere sono disponibili sul sito web del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE):
www.eda.admin.ch

 

Se mi dovessi ammalare all'estero, a causa del coronavirus, le condizioni per il rimpatrio da parte della Rega sarebbero soddisfatte?

La Rega aiuta ogni volta che può. Sono i nostri esperti medici consulenti della centrale operativa delle Rega che stabiliscono se il rimpatrio sia necessario e sensato dal punto di vista medico. 

In caso di problemi di salute all'estero, quali sostenitrici e sostenitori potete chiedere aiuto 24 ore su 24 chiamando il numero di allarme +41 333 333 333. I nostri capi intervento e i nostri medici vi consiglieranno e vi aiuteranno, ad esempio, nella scelta della clinica più adatta e vicina all'estero o in caso di problemi linguistici. Un rimpatrio da parte della Rega di principio può avvenire se i pazienti si trovano ricoverati in un ospedale all'estero.

La Rega potrebbe trasportare un paziente affetto da Covid-19 a bordo di un jet ambulanza o di un elicottero?

Il trasporto di pazienti affetti da malattie contagiose è uno dei compiti della Rega e i nostri equipaggi possono effettuare tali trasporti sia sul jet ambulanza che sull'elicottero di salvataggio. Il rimpatrio in caso di contagio confermato da coronavirus è quindi fondamentalmente possibile.

 

La Rega può raggiungere tutti i Paesi?

In linea di massima la Rega interviene in tutto il mondo. Tuttavia, ci sono sempre motivi, come ad esempio conflitti armati, pandemie e altri eventi, a causa dei quali alcuni Paesi non possono più essere raggiunti per motivi di sicurezza. Prima di ogni missione con i jet, la centrale operativa della Rega esamina le varie opzioni e cerca la soluzione migliore e più sicura per i pazienti e per l'equipaggio.

 

Le vostre domande sull'attività in Svizzera:

Un paziente affetto da Covid-19 può essere trasportato a bordo di un elicottero Rega?

Il trasporto di pazienti affetti da malattie contagiose è uno dei compiti della Rega e i nostri equipaggi possono effettuare tali trasporti a bordo di elicotteri di salvataggio. La Rega è ben preparata per questo, e gli equipaggi sono stati addestrati di conseguenza.

 

 

L'elicottero deve essere modificato per il trasporto di pazienti Covid-19?

L'elicottero di soccorso non deve essere modificato per un intervento di questo tipo, ma gli equipaggi devono prendere particolari precauzioni durante il trasporto di pazienti contagiosi, proteggersi di conseguenza e disinfettare l'attrezzatura al termine della missione. Inoltre, l'interno di tutti gli elicotteri Rega è sufficientemente grande per effettuare tali trasporti in modo sicuro. Per prepararsi ad un aumento di simili trasporti, negli ultimi giorni gli equipaggi della Rega hanno seguito speciali corsi di formazione.

 

La Rega è preparata a far fronte ad un aumento degli interventi a causa del coronavirus?

La Rega è preparata per diversi scenari. Grazie alle sue dodici elibasi in tutta la Svizzera, nel caso di un aumento di questi trasporti in una determinata regione la centrale operativa della Rega è in grado di impiegare più equipaggi provenienti da diverse basi Rega. Inoltre, equipaggi supplementari ed elicotteri di soccorso sono in standby, pronti ad intervenire nel più breve tempo possibile, qualora la situazione lo richiedesse. Abbiamo anche di nuovo appositamente addestrato tutti i nostri equipaggi per il trasporto di pazienti contagiosi.