Navigazione di servizio

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Navigazione linguistica

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso, alla pagina iniziale

La Rega acquista tre nuovi jet ambulanza

La Guardia aerea svizzera di soccorso ha firmato un contratto con la ditta Bombardier per l’acquisto di tre Challenger 650. I nuovi jet ambulanza sostituiranno l’attuale flotta dal 2018. Per il rimpatrio di pazienti da tutto il mondo la Rega si affida ad una famiglia di velivoli che ha dato buona prova di sé.

 «Con questo rinnovamento della flotta garantiamo che anche nei prossimi 15 anni la Rega potrà prestare aiuto in modo affidabile e professionale alle sue pazienti e ai suoi pazienti, ovunque si trovino nel mondo», afferma il CEO della Rega, Ernst Kohler. Per la Rega l'affidabilità della propria flotta è un fattore determinante. Per questo motivo i Challenger CL-604, acquistati ed entrati in servizio nel 2002 saranno sostituiti nei prossimi anni da nuovi velivoli. Con i nuovi jet lo sperpero di tempi vuoti potrà essere ridotto, mentre continuerà ad essere garantita l'eccellente disponibilità dei velivoli.

 

Un partner di lunga data

Già oggi la Rega impiega, con il Challenger 604, tre aerei della Bombardier. «Il Challenger ha dato ottima prova di sé. Gli attuali aerei soddisfano le nostre esigenze e ne siamo molto soddisfatti. Questo è uno dei motivi per continuare anche nei prossimi anni con la famiglia Challenger» afferma il capo dei piloti Urs Nagel. Il costruttore canadese Bombardier e la Rega sono uniti da una lunga storia: la Rega già nel 1982 aveva acquistato il primo aereo della famiglia Challenger e da 13 anni impiega esclusivamente aerei della Bombardier.

«Siamo molto orgogliosi che la Rega rinnovi la sua fiducia alla Bombardier e ai nostri aerei. Ci rallegriamo della collaborazione per molti anni a venire» dichiara Stephane Villeneuve, vice presidente Specialized Aircraft di Bombardier. Il nuovo aereo è equipaggiato con il cockpit "Bombardier Vision". Le turbine dispongono di maggior prestazione, ciò che raccorcia la distanza di partenza rispetto ad oggi. Inoltre la cabina dell'aereo è più silenziosa di quella attuale, ciò che va a beneficio dei pazienti e dell'equipaggio.

 

Investimento di 130 milioni di franchi

Con la firma del contratto si è conclusa una valutazione durata circa due anni. In questo periodo un vasto gruppo di lavoro creato dalla Rega ha esaminato in modo accurato il mercato dell'aviazione, basandosi sui bisogni della Rega e dei suoi pazienti. In ultima analisi è stato chiesto al consiglio di fondazione di decidere a favore del Challenger, un prodotto di comprovata qualità. La Rega calcola un costo d'acquisto di 130 milioni di franchi per i tre aerei. Questa cifra è stata inserita nel piano finanziario a lungo termine della Rega e le solide fondamenta a livello finanziario consentono un finanziamento senza capitali di terzi.

 

Informazioni aggiuntive