Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Amante del canyoning soccorso dalla Rega

Un torrentista spagnolo si è infortunato domenica in Valle di Lodrino. Quello appena conclusosi è stato un week-end intenso per la Rega. Fra sabato e domenica l'elicottero rosso si è alzato in volo 9 volte. Nella maggior parte dei casi si è trattato di interventi dovuti a malattie acute, ma vi sono stati anche infortuni in montagna e in acqua

Fra sabato 13 e domenica 14 luglio gli equipaggi Rega sono intervenuti 9 volte per prestare soccorso in varie regioni del canton Ticino. Nella maggior parte dei casi si è trattato di missioni a seguito di malattie acute, ma non sono mancati neppure gli infortuni di vario genere, avvenuti in montagna oppure nei pressi di corsi d'acqua. 

Canyoning in Valle di Lodrino

Domenica pomeriggio, poco prima delle 15, la Centrale operativa della Guardia aerea svizzera di soccorso è stata allertata per prestare soccorso ad un amante del canyoning. Un gruppo di sette persone, di nazionalità spagnola, stava scendendo lungo il torrente in Valle di Lodrino. Durante la discesa, uno dei componenti del gruppo, un uomo sulla quarantina, si è infortunato saltando in un pozzo. Non potendo più proseguire, sul posto è prontamente intervenuto un elicottero della Rega.

Il recupero del paziente è stato molto impegnativo perché è stato necessario calare il medico con il verricello 65 metri più sotto, all'interno di una stretta gola. A complicare le cose, la presenza in zona di cavi dell'alta tensione, che rappresentano un serio pericolo. Dopo le prime cure del caso, l'uomo (che ha riportato ferite leggere) è stato elitrasportato all'ospedale.

Poco più tardi, verso le 17, un giovane confederato è invece stato soccorso a Ponte Brolla, in zona Orrido. Il giovane è caduto in acqua da un'altezza di circa 7 metri, riportando ferite di media entità. Anche lui, dopo le prime cure in loco, è stato elitrasportato all'ospedale.

Servizio stampa Rega
Federica Mauri