Navigazione di servizio

Login

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Navigazione linguistica

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso, alla pagina iniziale

Annullato il contratto di acquisto dell'elicottero di soccorso

La Guardia aerea svizzera di soccorso Rega e il costruttore italiano di elicotteri Leonardo hanno annullato il contratto d’acquisto di tre nuovi elicotteri di soccorso AW169-FIPS dotati di sistema anti-ghiaccio perché non è stato possibile svilupparli secondo le specifiche concordate nel contratto. La consegna dei tre elicotteri di soccorso era prevista per il 2023.

Leonardo ha informato la Rega che i tre elicotteri di soccorso AW169-FIPS ordinati non potranno essere consegnati secondo le specifiche contrattuali. Come comunicato da Leonardo alla Rega, il sistema anti-ghiaccio di nuova concezione funziona in linea di principio, ma l'elicottero non soddisfa più i requisiti di elevate prestazioni concordati dalla Rega. Ciò è stato dimostrato dalle valutazioni in varie serie di voli di prova che il costruttore ha effettuato in Nord America. In questo contesto, il contratto d’acquisto è stato annullato di comune accordo e la Rega riceverà il rimborso completo degli anticipi già versati.

Rischio di formazione di ghiaccio come ultimo ostacolo

Grazie alle procedure di volo strumentale, già oggi gli equipaggi Rega con gli attuali elicotteri sono in grado di volare “alla cieca” verso i singoli centri ospedalieri svizzeri seguendo rotte predefinite nelle peggiori condizioni di visibilità, nonché di sorvolare i valichi alpini sulle rotte di volo della “Low Flight Networks” nonostante la presenza di fitte nubi. Uno degli ultimi limiti, tuttavia, è rappresentato dalle condizioni favorevoli alla formazione di ghiaccio, come quelle che possono verificarsi a basse temperature in presenza di nuvole, nebbia o di forti nevicate. Con un sistema anti-ghiaccio, i voli sarebbero possibili anche in simili condizioni atmosferiche, perché il sistema riscalda le parti critiche dell'elicottero evitando la formazione e l’accumulo di ghiaccio.

Un progetto pionieristico di Leonardo

Tuttavia, poiché il mercato offriva solo elicotteri di grandi dimensioni provvisti di sistema anti-ghiaccio, troppo pesanti per gli eliporti degli ospedali, nel 2015 Leonardo ha avviato un progetto di sviluppo su richiesta della Rega. Leonardo voleva sviluppare il primo elicottero di peso medio al mondo dotato di questo sistema. La Rega e Leonardo erano consapevoli fin dall'inizio che si trattava di un progetto pionieristico per il quale non c'era alcuna garanzia. Pertanto, Leonardo merita un riconoscimento e un ringraziamento per aver assunto questo rischio di sviluppo.

La Rega persegue la sua visione di «soccorrere con qualsiasi tempo»

Nonostante e proprio a causa dei limiti tecnici che attualmente permangono, la Rega continuerà a perseguire la sua visione di un soccorso aereo indipendente dalle condizioni atmosferiche per aiutare, anche in futuro, ancora più persone in difficoltà. L'obiettivo dichiarato della Rega resta quello di poter volare per i pazienti anche in condizioni favorevoli alla formazione di ghiaccio. La Rega segue quindi con attenzione gli sviluppi tecnologici ed è convinta che un giorno sarà possibile dotare di un sistema anti-ghiaccio anche gli elicotteri di soccorso di peso medio adatti all'impiego della Rega.

 

Informazioni aggiuntive

Servizio stampa Rega:

Voglia ricordare che le seguenti coordinate sono riservate ai giornalisti.

Servizio stampa Rega
Federica Mauri
Base Rega Ticino
Via Aeroporto 15
6596 Gordola

T: +41 (0)79 964 17 79
federica.mauri@rega.ch