Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso
Diversi gli infortuni dovuti agli sport invernali.

Equipaggi Rega molto sollecitati nel week-end

È stato un week-end molto intenso per la Guardia aerea svizzera di soccorso. L'elicottero stanziato alla base Rega Ticino ha compiuto 11 interventi, mentre altre 4 missioni sono state portate a termine dai colleghi delle basi di Zweisimmen, di Erstfeld e di Basilea, giunti a dare man forte al Sud delle Alpi. Nella maggior parte dei casi si è trattato di interventi dovuti a infortuni sulle piste da sci, ma vi sono stati anche casi di malattie acute.

Grazie alla neve che è arrivata anche al Sud delle Alpi e alle belle giornate di sole, molte persone hanno raggiunto le stazioni sciistiche nel Nord del Ticino e nel Grigioni italiano. Per alcune di loro la giornata si è purtroppo conclusa con un infortunio e un volo fuori programma con l'elicottero rosso.

Fra sabato e domenica gli equipaggi Rega sono intervenuti in totale 15 volte. Si è trattato soprattutto di missioni a seguito di infortuni avvenuti sulle piste da sci e relative ferite, tutte di lieve o media entità, ma si segnalano anche trasporti e interventi notturni per malattie acute. 

Intervento in dogana a Castasegna

Domenica poco dopo le 15, l'equipaggio Rega è intervenuto anche in Val Bregaglia per prestare soccorso ad un cittadino italiano, colpito da un malore mentre con un amico si apprestava a passare la dogana di Castasegna in auto. Le guardie di confine svizzere hanno prestato i primi soccorsi all'uomo (sulla cinquantina), praticandogli il massaggio cardiaco. Subito dopo sono giunti i soccorritori dell'ambulanza della Val Bregaglia che hanno prestato le cure del caso al paziente. L'elicottero della Rega è atterrato proprio in mezzo alla dogana e dopo aver stabilizzato il paziente, lo ha elitrasportato al Cardiocentro di Lugano.

 

Servizio stampa Rega
Federica Mauri