Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Quasi tre interventi al giorno durante le festività

Festività natalizie impegnative per la Guardia aerea svizzera di soccorso Rega nella Svizzera italiana. Fra Natale e l'Epifania gli equipaggi della base Rega Ticino hanno compiuto 36 interventi, in media quasi tre missioni al giorno, per prestare aiuto a persone infortunatesi sulle piste da sci. Non sono mancati però i casi di malattie acute, i trasferimenti da un ospedale all'altro e gli interventi per infortuni di vario genere.

 

Complici le splendide giornate di sole e la presenza della neve che è arrivata anche al Sud delle Alpi, molte persone hanno raggiunto le stazioni sciistiche ticinesi (Airolo, Bosco Gurin, Carì e Nara). Fra il 25 dicembre 2018 e il 6 gennaio 2019, l'elicottero rosso si è alzato in volo 36 volte: in 14 casi per soccorrere persone infortunatesi durante la pratica di sport invernali. Rispetto all'anno precedente (nello stesso periodo sono stati 27 interventi, di cui 10 sulle piste da sci), vi è stato un lieve aumento.

Le cifre degli interventi Rega riflettono grosso modo l'andamento stagionale e sono influenzate dalle condizioni meteorologiche, dalle abitudini della popolazione e dall'affluenza di turisti. In inverno, quando vi sono giornate di sole e durante le festività, la Rega prevede un aumento degli interventi. Per essere quindi pronta ad intervenire tempestivamente, portando rapido soccorso laddove è necessario, dal 26 dicembre è operativo un elicottero supplementare presso la base Rega di Wilderswil (nell'Oberland bernese). L'equipaggio di Rega 17 finora ha compiuto oltre 25 interventi.

 

Servizio stampa Rega
Federica Mauri