Navigazione di servizio

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Navigazione linguistica

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso, alla pagina iniziale

Cos'è il trauma craniocerebrale e quando si deve allertare la Rega

Le lesioni alla testa possono essere insidiose: come proteggersi, a cosa fare attenzione in caso d’emergenza e come reagire correttamente.

Chi non si è mai ritrovato con un bernoccolo e il mal di testa dopo uno scontro durante lo sport? Ma probabilmente pochi sono andati dal medico. Nel caso di una lesione alla testa, quando è consigliabile farsi visitare, chiamare un’ambulanza o allarmare la Rega? Cos’è un trauma cranio-cerebrale, perché è così pericoloso e addirittura insidioso? E infine, come possiamo prevenire lesioni del genere?

Rischio di trauma cranio-cerebrale

La gran parte dei traumi craniocerebrali, o lesioni cerebrali traumatiche (LCT), ossia le lesioni alla testa che interessano anche il cervello, è dovuta a incidenti stradali, cadute, infortuni durante lo sport o sul lavoro. Secondo i dati raccolti dall’Assicurazione svizzera contro gli infortuni Suva, ogni anno circa 1’900 persone subiscono un grave trauma craniocerebrale e circa 1’250 pazienti con un trauma cranio-cerebrale ricevono le prime cure mediche dagli equipaggi della Rega e sono trasportati in elicottero all’ospedale.

Una serie di sintomi

A dipendenza dell’entità e del punto in cui si verifica, un trauma craniocerebrale può essere accompagnato da una serie di sintomi, che spesso si manifestano con un certo ritardo rispetto all’incidente. I sintomi tipici sono forti mal di testa, vertigini, nausea, disorientamento e confusione. Possono inoltre subentrare vomito, amnesie, disturbi visivi, motori o del linguaggio. Può essere accompagnato anche da una perdita di coscienza breve (da pochi secondi a pochi minuti) o persistente.

Quando dare l’allarme?

Allarme e primi soccorsi

Prime misure

  • Allarmare immediatamente la centrale d’allarme 144 o la Rega 1414
  • Lasciare che la persona interessata assuma una posizione stabile (evitare il rischio di caduta)
  • Tranquillizzare la persona interessata

Importante

  • Non dare da bere o da mangiare
  • Non somministrare farmaci anticoagulanti

Perdita di coscienza con respirazione normale: Posizione laterale di sicurezza

Perdita di coscienza senza respirazione: Iniziare un massaggio cardiaco

La giusta protezione

Per prevenire situazioni del genere, è importante adottare le precauzioni adeguate e ridurre al minimo il rischio di lesioni utilizzando dispositivi di protezione personali. Svolgendo un lavoro o praticando tipi di sport in cui esiste un elevato rischio di lesione, è auspicabile proteggersi indossando un casco adeguato. Per garantire la giusta protezione, il casco deve tuttavia soddisfare gli standard richiesti, essere integro ed essere indossato correttamente. Nei consigli dell’Ufficio prevenzione infortuni (upi), consultabili ai link sottostanti, troverete utili informazioni su questo tema.

Ulteriori informazioni:

www.bfu.ch/it/consigli/casco-bici

https://www.bfu.ch/it/consigli/casco-da-sci-o-snowboard

Informazioni aggiuntive