Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Più di 100 missioni legate al Covid-19 per gli equipaggi Rega

La Guardia aerea svizzera di soccorso Rega assicura il salvataggio aereo in Svizzera e il rimpatrio di persone che si sono ammalate o hanno subito incidenti all'estero, anche durante la pandemia di coronavirus. Dall'11 marzo 2020 ad oggi, gli equipaggi della Rega hanno trasportato più di 100 pazienti affetti da Covid-19 a bordo dei loro elicotteri di salvataggio e dei jet ambulanza.

L'11 marzo in Ticino è stato trasportato il primo paziente affetto da Covid-19 a bordo di un elicottero della Rega. Da allora, gli equipaggi Rega hanno trasportato più di 100 pazienti infetti in Svizzera e all'estero. I pazienti affetti da coronavirus continuano a volare sia a bordo degli elicotteri di salvataggio che a bordo dei jet ambulanza della Rega. Sebbene il trasporto di pazienti altamente contagiosi faccia parte del normale raggio d'azione della Rega, già a febbraio gli equipaggi sono stati preparati in modo specifico per un aumento del numero di tali missioni mediante corsi di perfezionamento.

Gli equipaggi degli elicotteri hanno trasportato 88 pazienti Covid-19

Dall'11 marzo ad oggi, gli equipaggi hanno trasportato 88 pazienti affetti da Covid-19, la maggior parte dei quali come trasporti speciali di terapia intensiva in cui i pazienti dovevano essere ventilati artificialmente. In caso di capacità sufficienti, gli equipaggi della Rega hanno prestato aiuto anche nei Paesi limitrofi. Da quando, a metà marzo, il Consiglio federale ha inasprito le misure per contrastare la diffusione del coronavirus, la Rega ha registrato un calo del numero delle cosiddette missioni primarie in seguito a incidenti rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, a causa delle attività ricreative limitate e modificate. Tuttavia, la Rega continua ad essere richiesta: nelle ultime quattro settimane gli equipaggi hanno compiuto in media circa 20 missioni al giorno.

Oltre 20 pazienti affetti da coronavirus rimpatriati con i jet ambulanza della Rega

Per quanto riguarda i jet ambulanza della Rega, dall'11 marzo ad oggi è stato registrato un leggero aumento delle ore di volo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ciò può essere attribuito fra l'altro al fatto che in questo periodo sono stati effettuati voli verso destinazioni più lontane e in generale si sono potuti organizzare meno rimpatri con voli di linea. Nelle ultime settimane gli equipaggi della Rega hanno riportato a casa più di 20 pazienti affetti da Covid-19. Oltre all'attuazione di tali rimpatri, anche la loro organizzazione attualmente risulta più complessa, poiché è necessario chiarire anticipatamente molti aspetti e la situazione può cambiare costantemente.


Maggiori informazioni sull'attività di rimpatrio dei jet ambulanza:

Comunicato stampa Rega del 3 aprile 2020


Maggiori informazioni sull'attività degli elicotteri di salvataggio Rega:

Comunicato stampa Rega dell'11 aprile 2020

Informazioni aggiuntive

Servizio stampa Rega:

Voglia ricordare che le seguenti coordinate sono riservate ai giornalisti.

Servizio stampa Rega
Federica Mauri
Base Rega Ticino
Via Aeroporto 15
6596 Gordola

T: +41 (0)79 964 17 79
federica.mauri@rega.ch