Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Quasi 150 missioni per la Rega nel week-end dell'Ascensione

Il bel tempo che ha caratterizzato il lungo fine settimana dell'Ascensione, ha attirato la popolazione all'aria aperta. Il soccorso aereo medicalizzato di conseguenza è stato maggiormente richiesto: da giovedì 21 a domenica 24 maggio 2020, la Guardia aerea svizzera di soccorso ha compiuto circa 150 interventi in tutta la Svizzera. Sedici gli interventi compiuti dall'equipaggio della base Rega al Sud delle Alpi.

Le attività della Rega riflettono spesso le condizioni meteorologiche e le attività nel tempo libero della popolazione svizzera. Giovedì, giorno dell'Ascensione e venerdì, la centrale operativa della Rega ha organizzato circa 50 interventi giornalieri. Gli equipaggi della Guardia aerea svizzera di soccorso sono stati chiamati spesso ad intervenire per prestare aiuto a escursionisti infortunatisi e a sportivi amatoriali. Sono stati allertati anche a seguito di malattie acute, di incidenti stradali, di infortuni sul lavoro e con il parapendio. Nella Svizzera italiana sono stati compiuti 16 interventi: 5 per prestare soccorso ad escursionisti, 1 per un mountain biker, 1 per un incidente stradale e gli altri a seguito di malattie acute o per il trasferimento di pazienti da un ospedale all'altro. In Romandia gli equipaggi hanno effettuato circa 8 missioni per amanti degli sport all'aria aperta, un trasferimento da un ospedale all'altro o ancora per malattie acute, ad esempio per un disturbo cardiaco. 

Missione impegnativa per soccorrere un escursionista sulla Schrattenfluh (LU)

Giovedì 21 maggio 2020, un escursionista mentre stava attraversando un nevaio, è caduto per sette metri in una fenditura nella roccia, dove è rimasto bloccato e gravemente ferito. La persona che lo accompagnava ha allertato la centrale operativa della Rega tramite l'applicazione per cellulari. L'equipaggio della base di Wilderswil si è recato sul luogo assieme ad un alpinista specializzato nel soccorso con elicottero (SSE) del Club Alpino Svizzero CAS. Quest'ultimo, dopo essersi assicurato alla parete di roccia, ha permesso al medico della Rega di calarsi in sicurezza fino al paziente. Grazie all'argano di salvataggio è stato possibile recuperare il paziente e dopo avergli prestato le prime cure del caso, è stato trasportato al più vicino e idoneo ospedale. 

Rapida ricerca grazie all'app Rega

Quando una persona lancia l'allarme tramite l'app per le emergenze Rega, le coordinate del luogo dell'incidente sono trasmesse automaticamente alla centrale operativa. La localizzazione esatta della persona infortunata permette di risparmiare tempo prezioso che può rivelarsi decisivo nei casi d'emergenza.

Maggiori informazioni sull'app d'emergenza della Rega: www.app.rega.ch.