Navigazione di servizio

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Navigazione linguistica

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso, alla pagina iniziale

Il drone Rega

Il drone Rega vola autonomamente attraverso ampie aree ed è dotato di diversi sensori, come ad esempio una termocamera. In futuro il drone sarà utilizzato come dispositivo supplementare nelle operazioni di ricerca di persone disperse, ferite o malate, ad esempio quando condizioni di scarsa visibilità impediscono il ricorso ad un elicottero di soccorso.

  • Temperatura operativa:
    da – 40°C a 40°C

  • Altitudine operativa max.:
    3’000 m s/m

  • Carico utile max.:
    10 kg (payload)

  • Capacità di ricerca:
    16 km² in 2 h

  • Velocità di crociera:
    max. 120 km/h
    80 km/h durante il volo di ricerca

  • Area di decollo/atterraggio:
    10x10m

Il drone Rega ha un rotore del diametro di 2,8 metri, è lungo 2,2 metri e alto 75 cm. È alimentato da una turbina bialbero, che assicura ancora sufficienti riserve di potenza anche ad alta quota. Avendo un peso totale di circa 25 chili, il drone può essere utilizzato in modo versatile.

Grazie a diversi ricevitori GNSS ridondanti ad alta precisione utilizzati per la navigazione satellitare, il drone Rega vola in modo preciso e indipendente su una rotta predefinita. A una quota di circa 80-100 metri dal suolo, segue la topografia del terreno.

Il drone è dotato del sistema anticollisione FLARM e di un ricevitore ADS-B, come quelli installati su molti aeromobili in Svizzera. I segnali FLARM vengono valutati a bordo. Se necessario, il drone adatta automaticamente la traiettoria di volo, per evitare una collisione imminente.

Se necessario, il drone può essere azionato anche senza un contatto visivo con il pilota, utilizzando la cosiddetta modalità BVLOS (Beyond Visual Line of Sight). Per questa procedura è necessario che il contatto con il drone sia mantenuto anche senza contatto visivo diretto. Nel caso del drone Rega, ciò è garantito tramite la telefonia mobile.

I segnali della termocamera e della telecamera del campo visivo sono classificati utilizzando un algoritmo intelligente. Il drone trasmette le aree dell’immagine in cui l’algoritmo «presume» la presenza di una persona in base al tipo di pixel all’operatore a terra, che in seguito le verifica manualmente.

In caso d’emergenza, la Rega può cercare in modo mirato il cellulare di una persona dispersa non solo con un elicottero di salvataggio appositamente attrezzato, ma anche con il sistema di droni. Ciò avviene su incarico delle competenti autorità di polizia.