Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Possibilità d’intervento sempre maggiori

Gli elicotteri di salvataggio e gli aerei per il rimpatrio dall’estero sono riconosciuti sempre più come mezzi che facilitano l’attività del soccorso aereo. Ciò che finora era impossibile oppure richiedeva giorni interi ora è fattibile in poche ore. Le montagne sono ancora teatro principale delle missioni ma si scopre che l’elicottero di salvataggio è un mezzo utile anche per il soccorso stradale. Si sviluppano nuove tecniche di soccorso, si afferma il principio di portare sul posto il più presto possibile l’aiuto medico professionale. La Guardia aerea svizzera di soccorso si stacca dalla Società di soccorso svizzero per operare indipendentemente.

1960

19 marzo: con l’aiuto di Fritz Bühler, allora direttore tecnico, la Guardia aerea svizzera di soccorso, distaccatosi definitivamente dalla SSS, è sottoposta ad una riorganizzazione totale, seguita dalla costituzione dell’Associazione Guardia aerea svizzera di soccorso GASS.

Il soccorso con elicottero conquista una posizione sempre più importante. Elicotteri con migliori prestazioni di volo sostituiscono i modelli della prima ora, Hiller 306 e Bell 47G2.

Nel mese di maggio, la Guardia aerea svizzera di soccorso compie il primo volo di rimpatrio della sua storia. Un aeroplano del tipo Piaggio 166 riporta in patria un paziente da Châlons-sur-Marne (oggi Châlons-en-Champagne) in Francia.

1965

1 marzo: con un decreto federale, la Guardia aerea svizzera di soccorso diventa organizzazione di soccorso della Croce Rossa Svizzera.

 

1966

Nel mese di settembre, sul ghiacciaio dell’Eiger ha luogo il I. Simposio internazionale della Guardia aerea svizzera di soccorso. Vengono presentate la fune di salvataggio e la rete orizzontale per il recupero di feriti in territori scoscesi dove non è possibile atterrare.

I costi correnti dei salvataggi con elicottero cominciano a superare le possibilità della Guardia aerea svizzera di soccorso. Poiché il consiglio federale ha rifiutato il sussidio con denaro pubblico, Fritz Bühler si appella alla popolazione. In segno di gratitudine per la donazione di 20 franchi, la Guardia aerea svizzera di soccorso offre l’intervento aereo gratuito a chi è in situazione d’emergenza. Nasce il sistema del tesseramento, un principio valido ancora oggi.

1968

6 agosto: nella Urbachtal si verifica un incidente mortale. Nel corso di un’operazione di salvataggio una guardia forestale, appendendosi alla fune di salvataggio per dare una mano ai soccorritori trova la morte precipitando da un’altezza di 30 metri.

20 dicembre: la Guardia aerea svizzera di soccorso mette in circolazione il suo primo elicottero a turbina. È un Bell 206 A Jet Ranger con l’immatricolazione HB-XCU.