Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Il salvataggio aereo diventa professionale

Il numero crescente di sostenitrici e sostenitori della Guardia aerea svizzera di soccorso consente di potenziare man mano l’organizzazione e costituzione della rete di salvataggio aereo più fitta al mondo. Si acquistano elicotteri e aeroplani dell’ultima generazione, su misura per l’attività in Svizzera e all’estero. L’addestramento diventa standardizzato e professionale. Nel contempo, la Rega, come è chiamata la Guardia aerea svizzera di soccorso d’ora in avanti, si rinnova quotidianamente, aspirando ai massimi standard di sicurezza operativa e al servizio ottimale in favore dei pazienti. Oggi la Rega è considerata ovunque un’organizzazione di soccorso e salvataggio preziosa, credibile e professionale.

1980

23 agosto: nel 72esimo anno d’età muore inaspettatamente il presidente di fondazione della Guardia aerea svizzera di soccorso, Dr. med. h.c. Fritz Bühler.

28 settembre: sopra l’aeroporto di Yverdon è in atto l’intervento di salvataggio fra i più spettacolari della Rega. Un paracadute, al momento del salto dall’aereo Pilatus Turbo Porter si impiglia nel rotore di coda, trascinando con se il paracadutista. L’equipaggio d’un elicottero della Guardia aerea svizzera di soccorso miracolosamente riesce a liberare l’uomo in volo. Il 20 gennaio1981 il pilota Andreas Haefele, l’arganista Adolf Rüfenacht e l’istruttore di paracadutismo Pierre Jomini a Los Angeles (USA) ricevono il premio «Crew of the Year».

1981

La Croce Rossa Svizzera (CRS) durante l’assemblea dei delegati del 13 giugno accoglie la Guardia aerea svizzera di soccorso come Membro corporativo.

21 ottobre: il Corpo svizzero di soccorso in caso di catastrofe, l’Ufficio federale per la difesa aerea, l’associazione svizzera per cani da catastrofe e la Guardia aerea svizzera di soccorso decidono di portare in comune l’aiuto immediato in caso di catastrofi da terremoti. Con un’esercitazione a Wangen sull’Aar sottopongono al test la nuova «catena di soccorso».

1982

20 maggio: giunge all’aeroporto di Zürich-Kloten la nuova aeroambulanza, un Canadair Challenger CL-600. Il nuovo velivolo offre più spazio in cabina e un’autonomia molto maggiore dei precedenti jet Rega.

13 dicembre: dopo un terremoto nello Yemen settentrionale si attiva per la prima volta la catena di soccorso formata nel 1981.

1983

13 marzo: con gli argani di due elicotteri Rega si recuperano 80 passeggeri bloccati nelle cabine a quattro della cabinovia Scuol/Motta Naluns (bassa Engadina).

30 ottobre: dopo i violenti sismi nella regione di Erzurum (Turchia) interviene nuovamente la catena di soccorso. Un medico del Corpo svizzero di aiuto in caso di catastrofe, un capo interventi Rega e due team di cani da catastrofe sono inviati nella Turchia orientale.

1984

7 marzo: per onorare il grande pioniere della Guardia aerea svizzera di soccorso si battezza il nuovo jet Rega Challenger CL-600 HB-VFW con il nome di Fritz Bühler.

1 November: la Rega trasloca nei nuovi uffici in Mainaustrasse 21 a Zurigo Seefeld dove inaugura la nuova centrale operativa.

1985

8 giugno: la Rega inaugura la nuova elibase S.Gallo a Gossau.

20 giugno: con un elicottero charter del tipo Super-Puma, la Rega trasporta nove team di cani da catastrofe nella regione devastata della rottura d’una diga a Stava (Italia).

23 agosto: la Rega emette la milionesima tessera di sostenitore.

10 settembre: al Politecnico di Zurigo, il consigliere federale Dr. Leon Schlumpf apre il congresso internazionale del salvataggio aereo «Airmed 85», organizzato dalla Rega.

1986

5 giugno: il governo messicano conferisce alla «Brigada de Rescate de Suiza» (Rega) un «Diploma d’onore» in segno di gratitudine per l’aiuto dopo il terremoto del settembre 1985 a Mexico City.

17 settembre: il consiglio di fondazione decide di sostituire le due aeroambulanze del tipo Lear Jet con due BAe 125-800B.

1987

La Rega come unica organizzazione civile al mondo dota tutte le elibasi di visori notturni.

Le due nuove aeroambulanze sostituiscono i Lear-35. Le cabine più spaziose e l'autonomia di volo maggiore miglioreranno il servizio ai pazienti.

1988

2 giugno: nel corso di un’esercitazione sopra il lago di Bienne, a causa di risonanze terrestri l’elicottero Alouette HB-XGU diventa ingovernabile e precipita, causando due feriti. L’elicottero subisce un danno totale.