Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Shop Rega

Cambiare la dimensione del font

Ricerca

Rega – Guardia aerea svizzera di soccorso

Operazioni su larga scala come sfida e acquisizione di esperienza

2000

L’HAI (Helicopter Association International) premia due piloti d’elicottero della Rega: Toni Lötscher riceve il Trimble Award per meriti particolari nell’ambito dell’aviazione alpina; Enzo Carlino riceve il premio per 10'000 ore di volo senza incidenti.

1 giugno: Dr. Hannes Goetz diventa presidente del consiglio di fondazione della Rega.

14 dicembre: dopo 16 anni di attività, di cui otto come vice presidente e quasi due di presidenza Kurt Bolliger si dimette dalla carica di presidente del consiglio di fondazione.

2001

17 giugno: il consiglio di fondazione delibera l’acquisto di tre nuove aeroambulanze «Challenger CL-604»; dal 2002 sostituiranno gli aviogetti in uso.

24 giugno: il consiglio di fondazione approva l’acquisto di cinque elicotteri EC 145. Sostituiranno i quattro Agusta A 109 K2 delle elibasi di pianura Zurigo, Berna, Basilea e Losanna.

2002

1 gennaio: la Rega dall’Ufficio federale per l’aviazione civile rileva il comando del servizio di ricerca e salvataggio (SAR, Search and Rescue).

13 febbraio: in onore del 50mo di fondazione della Rega, la Posta emette il primo francobollo olografico della Svizzera, con un soggetto del grafico Raphaël Schenker.

31 marzo: il presidente del consiglio di fondazione Hannes Goetz dimissiona. Il 1 aprile il membro del consiglio di fondazione Albert Keller gli succede nella carica di presidente.

27 aprile: nel Rega-Center Zurigo aeroporto, la Rega alla presenza della consigliera federale Ruth Dreifuss celebra il 50mo di costituzione. Su tutte le elibasi Rega nel corso dell’anno per un giorno si aprono le porte al pubblico: ne approfittano in tutto circa 72’000 persone desiderose di conoscere da vicino la Rega.

Dal 17 al 20 settembre, la Rega nell’ambito del giubileo organizza il congresso internazionale «Airmed 2002», che si tiene ad Interlaken.

18 ottobre: all’aeroporto EuroAirport Basel-Mulhouse-Freiburg entra in funzione la nuova elibase di Basilea.

15 novembre: a Zurigo-Kloten arrivono due delle tre nuove aeroambulanze Challenger CL 604.

2003

12 marzo: il primo dei cinque nuovi elicotteri di salvataggio EC 145 viene consegnato all’elibase di Basilea.

10 maggio: dopo un provvisorio durato ben 31 anni, l’elibase Zurigo dal tetto della clinica pediatrica si trasferisce nella nuova sede all’aeroporto di Dübendorf.

2004

26 dicembre: lo tsunami nell’Asia sudorientale confronta la Rega con la più grande sfida della sua storia. I team Rega volano in Thailandia e nello Sri Lanka per stabilire contatti tra i vari ospedali e preparare i pazienti al rimpatrio. Tutte e tre le aeroambulanze vi partecipano. La centrale operativa della Rega organizza trasporti anche a bordo di voli charter, aerei militari e di linea. Nell’arco di una settimana 60 pazienti ritornano così in Svizzera, assistiti dalle 16 equipe mediche messe a disposizione dalla Rega.

 

2005

8 maggio: dalla missione tsunami la Rega trae preziosi insegnamenti che la spingono a sviluppare un protocollo d’emergenza che poco dopo è messo alla prova da un altro evento maggiore. Dopo un incidente di pullman in Turchia, un Boeing 757-200 della Belair si trasforma dalla sera alla mattina in un «ospedale volante». Due soli giorni dopo l’incidente, 35 pazienti assistiti da cinque medici e quattro paramedici ritornano in Svizzera.

22 agosto: dopo le alluvioni in Svizzera gli equipaggi della Rega sono fra i primi a portar soccorso nelle regioni sinistrate. In attesa degli sfollamenti da parte dell’esercito e di imprese commerciali, la Rega in collaborazione con le organizzazioni di soccorso locali riesce a trarre in salvo e allontanare oltre 200 persone dalle regioni allagate e isolate.

Nella seconda metà del 2005, i due partner Club alpino svizzero CAS e Rega costituiscono la fondazione Soccorso alpino svizzero (Sas). Da questo momento Sas s’incarica del soccorso terrestre in favore di persone in situazioni d’emergenza nelle alpi svizzere, collaborando strettamente con la Rega.

2006

12 maggio: l’elibase di San Gallo celebra il 25mo anniversario.

19 ottobre: la fase di valutazione meticolosa dei nuovi elicotteri d’alta quota termina felicemente con la firma del contratto d’acquisto per undici elicotteri AgustaWestland Da Vinci. Dall’anno 2009, saranno in dotazione delle varie elibasi Rega di montagna.

19 novembre: si registra la 250’000ma missione Rega. L’equipaggio dell’elibase Erstfeld trasferisce un neonato prematuro da Engelberg (OW) alla clinica pediatrica di Lucerna.

2007

Il numero di sostenitrici e sostenitori ha raggiunto un altro primato: i due milioni di tesserati. Per la Rega rappresentano un’altra pietra miliare nella sua esistenza di ormai 52 anni.

La Rega gode di alta stima nella popolazione: secondo uno studio dell’Istituto di ricerca di mercato IHA-GfK allestito nell’estate 2007, la Rega è il marchio più amato della Svizzera, situato al primo posto di una graduatoria dell’immagine di 100 aziende svizzere.

 

2008

Per ragioni di spazio e di sicurezza, l’equipaggio Rega dell’Oberland bernese a maggio si trasferisce da Gsteigwiler nella nuova elibase sull’area della RUAG di Wilderswil.

3 settembre: la Rega riceve lo «Swiss Logistics Public Award 2008» con il quale la GS1 (già Società svizzera per la logistica) onorifica «gli sforzi particolari della Rega nel campo organizzazione e logistica».

2 dicembre: un intervento particolare occupa l’equipaggio dell’elibase Berna. Un forestale a causa di un infortunio sulle rive dell’Aar subisce lesioni alla schiena. Dopo aver calato il medico accanto al ferito si decide di recuperarlo insieme con il medico e di trasportarlo direttamente al vicino Inselspital. Visto la distanza di tre minuti di volo, uno scalo non appariva sensato.

2009

4 febbraio: per la prima volta, la Rega con l’eliambulanza trasporta una paziente acuta, allacciata alla cosiddetta «Life-Box», una macchina cuore-polmoni.

11 giugno: dopo aver in marzo presentato al pubblico il nuovo elicottero di salvataggio AgustaWestland Da Vinci nella fabbrica di Vergiate (I), la prima di undici nuove macchine immatricolata HB-ZRZ, atterra al Rega-Center. La consegna graduale del nuovo elicottero alle rispettive elibasi avviene ogni volta con una cerimonia e una giornata delle porte aperte per il pubblico.

27 ottobre: per la prima volta «Life-Box» entra in funzione a bordo di un’aeroambulanza. Nella notte dal 26 al 27 ottobre la Rega assistita da un team di cardiochirurghi del cardio-neuro centro Bodensee Kreuzlingen, trasferisce una paziente gravemente ammalata dalla Croazia a Cologna.

29 ottobre: l’elicottero di salvataggio Da Vinci esegue il primo intervento con operazione di verricello. L’equipaggio dell’elibase San Gallo recupera un ferito con la rete orizzontale dal terreno scosceso tra Schwägalp e Säntis.

6 novembre: dopo un trasloco di più giorni e i lavori di ristrutturazione, l’equipaggio dell’elibase Losanna decolla con l’EC 145 HB-ZRB per la prima missione dalla nuova sede. Termina così il provvisorio durato 30 anni.

6 dicembre: la base fin qui gestita con un partner a Zweisimmen diventa un’elibase Rega a pieno titolo. Il giorno precedente, l’Agusta A 109 K2 HB-XWB è entrato in servizio con la denominazione «Rega 14».